PittoriSiciliani.it

Home Page

Giorgio Carpintieri

marcellomerlino@pittorisiciliani.it



Biografia

Motivazioni

Opere Pittoriche

Incisioni

Curriculum

Altre opere

Pittori Siciliani

Critica

Contatti



Giorgio Carpintieri

Milanese di adozione ma siciliano di nascita, con esperienze artistiche maturate in varie parti del nord-Europa, Giorgio Carpintieri si definisce un artista inquieto. La sua ricerca lo porta ad indagare nel mondo del fantastico attraverso molteplici forme. Visitare il suo studio è un’esperienza emozionante: si ha l’impressione che il tempo abbia rallentato la sua corsa e le sue opere ci catturano. La nostra coscienza distratta ha un sussulto. La visita diventa un incontro tra la sua poetica, la sua visione del mondo e le nostre corrispondenze interiori. L’indagine di Giorgio Carpintieri proietta le nostre emozioni, sogni e paure in una dimensione senza tempo. Anche i suoi disegni hanno immediatamente questa doppia funzione: sono un territorio da esplorare e anche uno svelamento interiore.
Tutto sembra essere uno specchio e tutto ci conduce, sottilmente e con discrezione, in una terra, quello del fantastico, che di sicuro è in parte anche la nostra.
Anna Spissu

“...Oltre al saper dipingere coerentemente e consapevolmente, che è già un gran fatto, in Carpintieri mi pare di trovare una peculiare qualità (che è poi la ragione per cui scrivo questa nota, da non addetto ai lavori quale sono): ed è la polemica, la rabbia, l’inadattabilità sentimentale e morale alla realtà nella quale vive, nella quale ha scelto di vivere. E in ciò è forse da ricercare il senso - non dichiarato, non esteriormente ravvisabile - del suo essere siciliano. Perché alla “memoria siciliana”, per usare la giusta espressione di Renata Usiglio, succede in Carpintieri - ma senza alcun salto, in un naturale processo di acquisizione - un rapporto, forse più esatto darebbe dire un urto, con la realtà che noi siciliani diciamo (in un significato abbastanza complesso e polivalente) “continentale”: e in questa realtà
sa cogliere, dalla sua condizione di emigrato, con acutezza, con ironia, con pena, le contraddizioni.
Più precisamente, con più precisa allusione a un grande precedente: le disparates”.
Leonardo Sciascia

 


Scambio Link
Pagine Link
mail:
marcellomerlino@pittorisiciliani.it